Accueil >Chagall > Le musée et ses collections >La collezione > 1948-1985 : Le retour en France > Le message biblique > Il Cantico dei Cantici III

Il Cantico dei Cantici III

Il Cantico dei Cantici  III
1960
Olio su tela
149 x 210 cm

La composizione, costruita su tre grandi forme rotonde che evocano ovviamente i seni e la pancia di una donna, è anche tagliata in due da una linea d’orizzonte che delimita due parti perfettamente distinte. Chagall sembra avere voluto raccontare la propria storia in questo quadro. La rappresentazione di Gerusalemme, al centro, è duplice: in alto, la città assomiglia alla visione di Saint Paul de Vence, con i suoi bastioni. In basso ed a rovescio, si tratta effettivamente di Vitebsk, riconoscibile dal santuario con il tetto verde che lo sormonta. Tutta la parte inferiore del quadro, rovesciata, evoca la gioventù dell’artista: l’ebreo errante, con la sua borsa a spalla ed i suoi esili. La coppia abbracciata lungo il bordo inferiore del quadro è quella che l’artista ha formato con Bella, ormai sepolta sotto terra. La parte alta sarebbe un inno alla nuova vita nel Sud della Francia. La coppia di sposi sotto il baldacchino ricorda il secondo matrimonio con Vava alla quale viene dedicato il ciclo.
Les oeuvres de la même collection