Accueil >Chagall > Le musée et ses collections >La collezione > 1948-1985 : Le retour en France > Le message biblique > Mose riceve le Tavole della Legge

Mose riceve le Tavole della Legge



1960-1966
Olio su tela
237 x 233 cm


Apoteosi del ciclo dedicato all’illustrazione della Genesi e dell’Esodo, il quadro - bagnato da una luce gialla significativa della presenza del divino, illustra il momento che sigilla l’alleanza con Dio. Viene costruito, come un quadro barocco, su una duplice diagonale. Su una si appoggia la figura di Mosè, al primo piano, elevata verso le tavole tese da Dio. Chagall rispetta il divieto di raffigurare Dio, rappresentato, come lo dice la Bibbia, da due mani che escono dalle nubi.
La diagonale secondaria rappresenta la montagna dove si trova Mosè e separa varie scene. A destra, dal basso in alto, vi sono personaggi della Bibbia tra cui Aaron in veste di grande prete, Davide e Geremia e, tutto in alto, vicino a Dio, un gruppo di Ebrei in fuga. A sinistra, una parte degli Ebrei aspetta Mosè mentre un’altra gli svolta le spalle per adorare il vitello d’oro. Tutto in alto, una coppia abbracciata ed isba russe ricordano episodi della vita di Chagall che associa, ancora una volta, la propria storia a quella del popolo ebraico.
Mosè è vestito di bianco e porta sulla fronte raggi di luce, segno particolare menzionato nella Bibbia soltanto dopo il suo incontro con Dio sulla montagna, durante l‘episodio raffigurato qui. Tuttavia, Chagall riprende dall’arte delle icone la rappresentazione sempre identica dei personaggi, il che permette di riconoscerli immediatamente.



Les oeuvres de la même collection