Accueil >Chagall > Le musée et ses collections > Biografia di Marc Chagall > 1903-1914 : Gli inizi in Russia e la rivelazione di Parigi

1903-1914

Gli inizi in Russia e la rivelazione di Parigi


Marc Chagall nasce a Vitebsk (Bielorussia, allora parte integrante dell’impero russo), il 7 luglio 1887, in una modesta famiglia di cultura e religione ebraica. È il figlio maggiore di nove fratelli. Suo padre era mercante di aringhe.

Nonostante il divario tra il suo ceto sociale e l’universo dell’arte, scopre la pittura dopo studi secondari accorciati frequentando l’atelier di un pittore locale, Jehuda Pen. Incontra presto Bella Rosenfeld, figlia di modesti gioiellieri, che diventerà la sua fidanzata e la sua musa.

Dal 1907 al 1909, soggiorna a San Pietroburgo. Si iscrive a varie accademie quindi lavora nell’atelier di Léon Bakst, decoratore presso i Balletti Russi. Scopre le opere dell’avanguardia parigina e sogna di recarsi a Parigi.

Nel 1911, può finalmente partire grazie a una borsa offertagli dall’avvocato Vinaver. Inizia allora il suo primo soggiorno parigino durante il quale la sua arte si trasforma radicalmente: il colore si schiarisce e si appropria delle scoperte dell’avanguardia, dal fauvismo al cubismo.
Chagall si installa presso la Ruche dove incontra i Montparnos della Scuola di Parigi, nonché artisti come Delaunay, Léger, Soutine, Lipchitz, Kissling, Archipenko, Modigliani e scrittori come Max Jacob, André Salmon, Blaise Cendrars, Guillaume Apollinaire.

Negli anni 1912 e 1913, espone le sue creazioni presso il Salon des Indépendants e realizza i suoi primi capolavori (Golgotha, 1912, MoMA, New York, Omaggio ad Apollinaire, 1912-1913, Eindhoven,...).

Nel 1914, ha luogo la sua prima esposizione personale, organizzata a Berlino da Herwarth Walden presso la Galleria Der Sturm. Da Berlino, rientra a Vitebsk dove la guerra lo costringe a rimanere.