Accueil >F.Leger > le musée et ses collections >Collezione > Les années 1920, Villes et machines > Elemento meccanico su sfondo rosso

Elemento meccanico su sfondo rosso

1924
Elemento meccanico su sfondo rosso
1924
Olio su tela
92,8 x 65,5 cm
Donazione Nadia Léger e Georges Bauquier
Museo nazionale Fernand Léger, Biot
MNFL 97031

«Cercando lo splendore e l’intensità,  mi sono servito della macchina come ad altri capita di utilizzare il nudo e la natura morta (…) Non si deve mai essere dominati dal soggetto. Invento le immagini della macchina come altri fanno dei paesaggi immaginari». Soltanto la forma ed i colori degli oggetti che dipinge interessano Fernand Léger. La loro funzione riveste per lui un ruolo del tutto trascurabile. In questo quadro preparatorio dell’opera definitiva, conservato presso il Museo nazionale di arte moderna, il pittore ricrea una macchina fittizia a partire dai dettagli prelevati dal proprio ambiente industriale ed urbano. La ricomposizione dinamica dei frammenti rivela non solo l’influenza cubista ma anche quella fotografica e cinematografica. L'artista moltiplica gli effetti di contrasti di forme e di colori la cui dissonanza tenta di tradurre, con mezzi plastici, la bellezza e l’intensità dell’oggetto industriale. Lo sfondo rosso monocromatico restituisce la forza plastica delle meccaniche esposte negli stand della Fiera di Parigi messe in risalto, in quanto oggetti preziosi, su un velluto rosso. Questa opera è emblematica del periodo meccanico dell’artista al suo rientro dalla guerra, il quale segnò una profonda rottura nella sua visione della realtà. Come la macchina, l’arte deve rimettere dell’ordine in un quotidiano in costante mutazione apportando equilibrio e movimento.
Les oeuvres de la même collection