Accueil >F.Leger > le musée et ses collections >Collezione > Les années 1920, Villes et machines > Il pranzo

Il pranzo

1921
Il pranzo
1921    
Olio su tela
92 x 65 cm
Museo nazionale di arte moderna, Centre Georges Pompidou
AM 1984-585
In deposito presso il museo nazionale Fernand Léger

Due donne si riposano in una casa tranquilla contenente oggetti quotidiani ridotti alle loro forme essenziali. Nessuno aneddoto viene interferire in questo quadro. La composizione verticale, stabilizzata dal corpo orizzontale di una delle due figure, è un esempio lampante della tentazione classica di Fernand Léger durante gli anni del dopoguerra. Seguendo il precetto di Cézanne per chi la natura deve essere trattata attraverso «il cilindro, la sfera ed il cono», ricompone la realtà a tappe, dal disegno fino al quadro definitivo (conservato presso il museo di arte moderna di New York) senza dimenticare studi preparatori di cui questo illustrato qui costituisce un esempio caratteristico. Il contrasto delle forme e dei colori, la ricerca di una sintesi formale che rifiuta l’espressione naturalista, la perdita dei dettagli che assimila il corpo umano a oggetti incarna la ricerca di Fernand Léger di una pittura post-cubista. Quest’ultima deve immortalare, con mezzi plastici, la quintessenza della vita moderna inserendosi nella Storia dell’Arte tramite il ricorso a una scena di tipo classico, degna delle Odalische di Ingres che il pittore ammirava molto.
Les oeuvres de la même collection