Accueil >F.Leger > le musée et ses collections >Collezione > Les années 1920, le monde des objets > Natura Morta, ABC, 1927

Natura Morta, ABC, 1927

Natura Morta, ABC, 1927
Olio su tela
65 x 92 cm
Donazione di Daniel-Henry Kahnweiler, 1973
Museo nazionale Fernand Léger Inv. MNFL 97030

Nei paesaggi urbani dipinti da Fernand Léger negli anni venti, le lettere, i pittogrammi e le insegne rendono conto del linguaggio sintetico dei moderni strumenti di comunicazione adatti alla velocità dei trasporti e alla frenesia del ritmo di vita. Le prime tre lettere dell’alfabeto, ABC, possono essere ritenute rappresentare una visione condensata di questo nuovo linguaggio che deve essere breve e convicente. È anche un riferimento al nome di un teatro di varietà parigino frequentato dagli artisti. Infine, ABC può essere considerato essere una dedica «A Blaise Cendrars», poeta ed amico di Fernand Léger che scrive sulla rivista l'ABC du cinéma e tesse l’elogio della pubblicità: «la pubblicità è l’espressione più bella della sua epoca, la più grande novità al giorno d’oggi, un’Arte». Fernand Léger condivide l’entusiasmo del suo amico ed inventa una tipografia specifica per il proprio quadro. La A è in prospettiva troncata, la B è più statica e la C, dal canto suo, racchiude un groviglio di forme geometriche poste in secondo piano. ABC annuncia il rinnovo del genere della natura morta tramite l’introduzione di lettere isolate, spesso prive dal proprio significato, simbolo della percezione frammentaria della vita moderna.
Les oeuvres de la même collection